Umbria Jazz Winter N. 18

by Diego Torroni

Despite some initial economic difficulties, the programme for this edition of the Umbria Jazz Winter No.18  is packed with talent and top names. Chick Corea is, of course, the highlight of the festival. As an outstanding pianist, his repertoire spans his original Latin textured rendering of the music of Bud Powell and Thelonious Monk. This time he’s joined in a duo format by our very own Stefano Bollani, an excellent pianist in his own right and a great stage animal as well. Still in the realm of fine “acoustic jazz”, is an excellent ensemble, Four Others, featuring four saxophonists playing the classical but still highly listenable arrangements of the legendary Four Brothers from Woody Herman’s 1949 orchestra.

Keep an eye out for Ray Anderson and Lew Soloff’s group, the percussionless acoustic trio of Locke Moroni Giuliani, and if it’s dancing you like, start shaking to Gary Brown’s R & B band. Other highlights are the solo piano of our own Danilo Rea, Orvietan by adoption, dedicated to Fabrizio de André, the renowned Roberto Gatti quintet, paying tribute to the late lamented drummer Shelley Manne and the Paolo Fresu and Gianluca Petrelli’s Brass Band.

Another interesting gig features Enzo Pietrapaoli, the bass player from Doctor Three, and lastly the Roma Trio, with Roberto Gatto and Danilo Rea, with visual effects by Massimo Achilli. To finish off,  lovers of stringed instruments, try not miss the concert by Quintorigo, with guest singer Maria Pia de Vito, based on a rereading of the music of Charles Mingus. And to bring in the New Year, what better way than listening to the gospel music of the Selvy Singers.


3 Commenti a “Umbria Jazz Winter N. 18”

  • Redazione:

    Anche quest’anno dopo aver risolto vari problemi principalmente di natura economica, si e’ potuto allestire un ottimo cartellone per questo Umbria Jazz Winter N.18.

    Certamente l’appuntamento top piu’ originale ed accattivante è il duo del maestro Chic Corea, geniale pianista che ha attraversato tutto il panorama jazz rendendo personale la lezione di Bud Powell, di Telonious Monk arricchita da tinte e colori latineggianti, ed il nostro Stefano Bollani che oltre ad essere anche lui un super pianista è anche un ottimo ” animale da palcoscenico “.

    Rimanendo nel buon jazz acustico, un ottimo gruppo è Four Others, composto da quattro sassofonisti che si rifanno allo storico Four Brothers dell’orchestra di Woody Herman 1949, con arrangiamenti consolidati ma sempre molto godibili.

    Poi da tenere d’occhio c’e’ anche il Ray Anderson e Lew Soloff group, l’acustico trio Locke, Moroni Giuliani senza batteria e per ballare il trascinante R&B di Gary Brown.

    Altri ottimi appuntamenti sono il piano solo dell’amico Danilo Rea, orvietano d’adozione, dedicato a Fabrizio De Andrè, il noto quintetto di Roberto Gatto, super batterista che renderà omaggio al compianto drummer Shelley Manne e il gruppo Brass Band di Paolo Fresu & Gianluca Putrella.

    Altra particolarità sarà il programma del bassista Enzo Pietropaoli, componente del Doctor Three e non ultimo del Trio di ROMA con Roberto Gatto e Danilo Rea, con interventi visivi di Massimo Achilli.

    Per concludere agli appassionati degli strumenti a corda si consiglia il concerto di Quintorigo, ospite la cantante Maria Pia De Vito basato sulla rilettura della musica di Charles Mingus.

    Non rimarrà che attendere di festeggiare l’anno nuovo sulle note del Gospel dei Selvy Singers.

    (traduzione di Giorgio Moffa)

i più letti
  • Non ci sono articoli
Follow alleronaheimat on Twitter

arsi

villalba

____________________________________
dicembre 2019
lun mar mer gio ven sab dom
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031EC
AlleronaHeimatWebRadio